Aggiungere Musica di Sottofondo ad un Video: 4 modi per farlo nel 2024

come-aggiungere-musica-di-sottofondo-ad-un-video

Contenuto 100% umano

Per la stesura di questo articolo, non abbiamo utilizzato nessuno strumento di intelligenza artificiale. Ricerca, scrittura, e infine revisione sono avvenute in modo 100% manuale, per garantire accuratezza di informazione.

Vuoi davvero sapere come aggiungere musica di sottofondo ad un video senza impazzire o perdere ore dietro all’attività di editing?

Se così fosse, nel corso di questa nuova guida aggiornata al 2024 ti forniremo l’elenco dei migliori tool per riuscirci in pochi minuti.

Chiaramente, tratteremo soluzioni alla portata di chiunque, anche di coloro che sono ancora alle prime armi.

Ci sono diversi aspetti da esaminare, quindi non perdiamoci in chiacchiere e iniziamo subito.

Aggiungere musica di sottofondo ad un video: premesse iniziali

  • Aggiungere musica di sottofondo ad un video è, senz’altro, il modo migliore per renderlo più allettante e piacevole da guardare.
  • Non solo, in certi casi il sonoro risulta pure complementare nei confronti del video, ovvero aiuta a trasmettere il messaggio in modo più completo.
  • In altri casi, invece, trattasi solo di “paesaggi sonori” che vengono ascoltati dall’utente in modo assolutamente passivo.
  • Quindi, come aggiungere musica di sottofondo ad un video? Beh, per fortuna oggi abbiamo a disposizione diversi sistemi per farlo.
  • Alcuni, ovviamente, sono alla portata dei soli “addetti ai lavori”. Altri, invece, possono essere attuati da chiunque, anche con poca o scarsa esperienza nell’editing.
  • Nei paragrafi a seguire, quindi, ci concentreremo su questi ultimi. Vedrai, al termine di questa guida sarai perfettamente in grado di aggiungere ai tuoi video tutti gli effetti sonori che vorrai.

Come aggiungere musica di sottofondo ad un video nel 2024

Al momento, i 4 metodi per aggiungere musica di sottofondo ad un video sono i seguenti:

  1. Utilizza programmi per dispositivi fissi
  2. Serviti delle App per device mobili
  3. Sfrutta i Servizi Web Online
  4. Rivolgiti ad un Freelancer

Come vedi, nel 2024 abbiamo diverse possibilità per aggiungere musica di sottofondo a un video senza essere un tecnico audio professionista.

Non solo, è possibile fare tutto ciò senza nemmeno spendere una fortuna in apparecchiature.

Anzi, molto probabilmente non dovrai comprare alcun ché, visto che, sicuramente, sei già in possesso di svariati device che usi quotidianamente.

A prescindere dal metodo che sceglierai, potremmo dire che presentano tutti un aspetto in comune. Quale?

La semplicità di utilizzo e/o di attuazione.

Detto ciò, vediamo nel dettaglio in cosa consistono e come attuarli andando diretti ai prossimi sotto-paragrafi.

1. Utilizza programmi per dispositivi fissi

Nel 2024, i migliori programmi per dispositivi fissi con cui aggiungere musica di sottofondo ad un video sono:

  1. Filmora Wondershare
  2. OpenShot
  3. Avidemux
  4. VideoPad
  5. Lightworks

Come anticipato poco fa, tutto sommato questi programmi sono abbastanza semplici da utilizzare.

Certo, un minimo di fatica lo dovrai fare lo stesso, ma non sarà certo una tragedia, anzi.

Nel caso non lo sapessi, oggigiorno quasi tutti i programmi (non solo quelli di editing) sfruttano le interfacce grafiche proprio evitare all’utente l’onere di conoscere i linguaggi di programmazione.

Inoltre, questi programmi non necessitano di chissà quali computer per poter “girare”.

Infatti, come potrai leggere nelle successive rassegne, i requisiti di sistema operativo sono piuttosto minimi.

Insomma, al 98%, il dispositivo che stai utilizzando in questo momento ti consentirà anche di fare video editing più che tranquillamente.

Bene, terminate queste premesse di carattere generale, vediamo subito le caratteristiche di ciascun software.

AnteprimaProgramma e VotoDettagliPrezzo Base
Wondershare Filmora<br>[9.1 / 10]

Wondershare Filmora
[9.1 / 10]

  • Interfaccia grafica in italiano
Gratis o a partire da 29,99 $
OpenShot<br>[8.7 / 10]

OpenShot
[8.7 / 10]

  • Software totalmente gratuito perché “open source”
Gratis!
Avidemux<br>[8.4 / 10]

Avidemux
[8.4 / 10]

  • Software totalmente gratuito perché “open source”;
Gratis!
VideoPad<br>[8.1 / 10]

VideoPad
[8.1 / 10]

  • Tantissimi effetti visivi e di transizione per esprimere al meglio la creatività;
Gratis o a partire da 59,95 $
Lightworks<br>[7.9 / 10]

Lightworks
[7.9 / 10]

  • Possibilità di utilizzare tale software anche in ambito cinematografico
Gratis o a paertire da 8,99 €

1.1 Filmora Wondershare

come-aggiungere-musica-di-sottofondo-ad-un-video-wondershare-filmora

Vediamo come aggiungere musica di sottofondo ad un video grazie a Filmora Wondershare, un programma per il video editing in circolazione già da un po’.

Infatti, la prima release è data 2015, quindi quasi ben 10 anni di attività.

Come puoi facilmente intuire, Filmora Wondershare è sì un software a pagamento.

Al tempo stesso, però, si può utilizzare anche gratuitamente, sfruttando tutte le sue funzionalità.

In tal caso, i video che verranno esportanti presenteranno una “filigrana” che può essere rimossa solamente sottoscrivendo uno dei piani.

A tal proposito, i pacchetti di abbonamento sono i seguenti:

  • Trimestrale: 29,99 $
  • Annuale: 49,90 $
  • Perpetuo: 79,99 $

Inoltre, tieni presente che Filmora Wondershare è compatibile con:

  • Windows:
    • 7
    • 8.1
    • 10
    • 11 ( 64 bit OS)
  • macOS:
    • Mojave 10.14
    • Ventua 13

Per quanto riguarda i file supportati, troviamo:

  • MP4
  • WMV
  • AVI
  • MOV
  • F4V
  • MKV
  • TS
  • 3GP
  • MPEG-2
  • WEBM
  • GIF
  • MP3
Pro
  • Facile da usare, anche per i neofiti;
  • Versione gratuita;
  • Buon rapporto qualità/prezzo (per la versione a pagamento);
  • Interfaccia grafica in italiano;
  • Compatibile con Windows e macOS;
Contro
  • Filigrana presente nei video esportati con la versione gratis;
  • I pacchetti per le aziende sono abbastanza costosi;

Filmora Wondershare

come-aggiungere-musica-di-sottofondo-ad-un-video-wondershare-filmora

Voto: 9.1 / 10

  • Versione gratuita;
  • Interfaccia grafica in italiano;
  • Compatibile con Windows e macOS;

1.2 OpenShot

come-aggiungere-musica-di-sottofondo-ad-un-video-openshot

Continuiamo a parlare di come aggiungere musica di sottofondo ad un video prendendo in esame OpenShot e le sue funzionalità.

Al contrario del precedente, si tratta di un software così detto “open source, ovvero il suo codice sorgente è stato rilasciato con licenza libera GNU – General Public License.

In altri termini, il suo utilizzo è completamente gratuito, senza alcuna limitazione.

Non solo, tra i suoi punti di forza troviamo anche il fatto che sia multi-piattaforma, ossia può essere utilizzato indifferentemente su più sistemi operativi.

A proposito, OpenShot è compatibile con:

  • Windows:
    • 7
    • 8.1
    • 10
    • 11 ( 64 bit OS)
  • macOS:
    • Mojave 10.14
    • Ventua 13
  • Linux

Inoltre, supporta tranquillamente tutti i seguenti formati:

  • WebM (VP9)
  • AVCHD (libx264)
  • HEVC (libx265)
  • MP3 (libmp3lame)
  • AAC(libfaac)
  • MPEG4
  • OGV
  • Blu-ray
  • DVD
  • Full HD
  • 4K UHD
  • 8K UHD
  • 16K UHD
Pro
  • Software totalmente gratuito perché “open source”;
  • Piuttosto facile da utilizzare;
  • Adatto anche ai neofiti;
  • Interfaccia disponibile in oltre 70 lingue;
  • Possibilità di eseguire animazioni in 3D;
Contro
  • A volte il programma appare lento;
  • Versione per device mobili decisamente poco performante;
  • Poco indicato per lavorare su video di lunga durata;

OpenShot

come-aggiungere-musica-di-sottofondo-ad-un-video-openshot

Voto: 8.7 / 10

  • Software totalmente gratuito perché “open source”;
  • Interfaccia disponibile in oltre 70 lingue;
  • Possibilità di eseguire animazioni in 3D;

1.3 Avidemux

come-aggiungere-musica-di-sottofondo-ad-un-video-avidemux

Sempre a proposito di come aggiungere musica di sottofondo ad un video, al terzo posto di questa rassegna troviamo Avidemux.

Si tratta di un altro programma “open source”, quindi rilasciato sempre con licenza libera GNU – General Public License.

È vero, non è semplicissimo da utilizzare ma, in compenso, ha un interfaccia grafica in italiano piuttosto intuitiva.

Ad ogni modo, per imparare ad editare video con questo software non dovrai mica perderci chissà quanto tempo.

Si tratta solo di prendere un po’ di dimestichezza con le funzionalità di base, il resto verrà da sé.

In relazione alla compatibilità con i diversi sistemi operativi, tra questi troviamo:

  • Windows:
    • 7
    • 8.1
    • 10
    • 11 ( 64 bit OS)
  • macOS:
    • Mojave 10.14
    • Ventua 13
  • Linux
  • FreeBSD

Invece, per quanto riguarda i tipi di file supportati, abbiamo:

  • MP4
  • MKV
  • AVI
  • MOV
  • WMV
  • WMA
  • ASF
  • TS
  • OGM
  • 3GP
  • VOB
  • WebM
Pro
  • Compatibile con Windows, macOS, ma anche Linux;
  • Ottime opzioni di codifica in svariati formati audio-video;
  • Permette di creare script personalizzati con cui impostare effetti, filtri e quant’altro;
  • Buona facilità di utilizzo;
  • Software totalmente gratuito perché “open source”;
Contro
  • Capita che il software vada improvvisamente in “crash”;
  • Non viene fornita alcuna sequenza temporale;
  • Necessità di installare codec aggiuntivi per particolari formati di file;

Avidemux

come-aggiungere-musica-di-sottofondo-ad-un-video-avidemux

Voto: 8.2 / 10

  • Software totalmente gratuito perché “open source”;
  • Buona facilità di utilizzo;
  • Compatibile con Windows, macOS, ma anche Linux;

1.4 VideoPad

come-aggiungere-musica-di-sottofondo-ad-un-video-videopad

Al quarto posto dei migliori programmi per dispositivi fissi grazie a cui aggiungere musica di sottofondo ad un video troviamo VideoPad.

A differenza dei precedenti 2, però, questo non è un software libero.

Al tempo stesso, però, nessuno ti vieta di utilizzare la sua versione gratuita.

Purtroppo, devi tenere conto di alcune limitazioni.

In questo caso, non avrai nessuna “filigrana” come nel caso di Filmora Wondershare.

Al tempo stesso, i formati per l’export sono solo 2, ovvero AVI e WMV.

In compenso, ha un’interfaccia grafica in italiano piuttosto semplice da usare, quindi VideoPad si rivela un ottimo programma per chi è ancora agli inizi con il video editing.

Nel caso volessi eseguire l’upgrade, quanto costerebbe abbonarsi?

I pacchetti sono i seguenti:

  • Home Edition: 59,95 $
  • Master Edition: 99,00 $

Come sempre, diamo anche uno sguardo ai device compatibili:

  • Windows:
    • XP
    • Vista
    • 7
    • 8.1
    • 10
    • 11 ( 64 bit OS)
  • macOS:
    • Mavericks 10.9
    • Mojave 10.14
    • Ventua 13

Infine, ecco anche tutti i formati di file supportati:

  • AVI
  • MPEG
  • WMV
  • divX
  • Xvid
  • APGN
  • MP4
  • MOV
  • VOB
  • H.264
  • OGM
  • GIF
  • JPG
  • PNG
  • BMP
  • WAV
  • MP3
  • M4A
  • MID
  • AIFF
  • OGG
  • RAW
  • DVF
Pro
  • “Gira” bene anche su dispositivi poco performanti;
  • Software molto stabile e affidabile;
  • Supporta davvero tanti formati audio-video;
  • Versione gratuita;
  • Facile da usare anche per i neofiti;
  • Tantissimi effetti visivi e di transizione per esprimere al meglio la creatività;
Contro
  • Possibile conflitto tra i file realizzati con precedenti versioni del software;
  • L’interfaccia può essere migliorata;
  • Poco indicato per la realizzazione di video lunghi e complessi;

VideoPad

come-aggiungere-musica-di-sottofondo-ad-un-video-videopad

Voto: 8.5 / 10

  • Versione gratuita;
  • Tantissimi effetti visivi e di transizione per esprimere al meglio la creatività;
  • Software molto stabile e affidabile;

1.5 Lightworks

come-aggiungere-musica-di-sottofondo-ad-un-video-lightworks

Chiudiamo questa prima parte della guida dedicata a come aggiungere musica di sottofondo ad un video grazie ai programmi per device fissi parlando di Lightworks.

Si tratta, a tutti gli effetti, di un software ad uso professionale con moltissime funzionalità particolari.

Non a caso, è uno dei più utilizzati proprio dagli “addetti ai lavori”.

Difatti, ha un costo non trascurabile, nonostante tu possa approfittare anche della sua versione gratuita.

Come in tutti i casi analoghi, però, questa presenta delle limitazioni, pertanto sei tu che dovrai valutare se abbonarti, o meno.

Nel caso optassi per la prima ipotesi, i piani in abbonamento sono questi:

  • Create: 8,99 € al mese; 89,99 € all’anno, oppure 139,99 per abbonarsi a vita
  • Pro: 19,99 € al mese, 199,99 € all’anno, oppure 319,99 per abbonarsi a vita

Invece, prendendo in considerazione i sistemi operativi compatibili, abbiamo:

  • Windows:
    • 7
    • 8.1
    • 10
    • 11 ( 64 bit OS)
  • macOS:
    • Mavericks 10.9
    • Mojave 10.14
    • Ventua 13
  • Linux

Chiudiamo questa ultima rassegna con l’elenco dei formati supportati:

  • MPEG-2 I-Frame SD
  • MPEG-2 I-Frame HD
  • MPEG-2 Long GOP
  • DVCAM / DVCPRO 25
  • DVCPRO 50
  • DVCPRO HD
  • Sony XAVC
  • IMX 30, 40, 50
  • Avid DNxHD
  • AVC-Intra 50
  • AVC-Intra 100
  • AVCHD (M2T, M2TS, MPEG4, H.264)
  • XDCAM EX
  • XDCAM HD
  • XDCAM HD 50 422
  • DPX 8 bit, 10 bit, 16 bit
  • Cinema DNG
  • RED R3D
  • Apple Pro Res
  • BMP
  • DPX
  • JPEG
  • PNG
  • TGA
  • TIFF
Pro
  • Con la versione gratis si possono fare davvero tante cose;
  • Compatibile con Windows, macOS, ma anche Linux;
  • Salvataggi automatici per non rischiare di perdere il lavoro realizzato;
  • Supporta moltissimi formati audio-video;
  • Possibilità di utilizzare tale software anche in ambito cinematografico;
Contro
  • Il rapporto qualità/prezzo della versione a pagamento non è molto vantaggioso;
  • Alcune volte, la versione gratis appare instabile;
  • Export di video in HD e UHD solo con la versione a pagamento;

Lightworks

come-aggiungere-musica-di-sottofondo-ad-un-video-lightworks

Voto: 8.3 / 10

  • Compatibile con Windows, macOS, ma anche Linux;
  • Con la versione gratis si possono fare davvero tante cose;
  • Supporta moltissimi formati audio-video;

2. Serviti delle App per device mobili

Nel caso preferissi usare i device mobili piuttosto che fissi, allora potresti prendere in considerazione le seguenti App:

  1. PowerDirector
  2. AdobePrmiereRush
  3. VideoShow

Dopo aver passato in rassegna i migliori programmi per PC del 2024, vediamo cosa offrono queste App per dispositivi mobili, sempre in relazione a come aggiungere musica di sottofondo ad un video.

Prima di cominciare, però, permettici di darti un consiglio.

Premesso che le App sopra elencate sono ottime e non c’è nulla da dire riguardo la loro “bontà”, tieni presente che lavorare sui dispositivi mobili può risultare scomodo.

Ecco perché tanti preferiscono il PC, meglio ancora se con il mouse.

Certo, la scelta device dipende, chiaramente, dal tipo e dalla mole di editing da eseguire.

Insomma, un conto è lavorare su 2 o 3 “short” al giorno ma, ben altro, è avere che fare con 4 o 5 video medio-lunghi.

Ad ogni modo, a te la scelta!

Tutto ciò che possiamo fare per te è descriverti dettagliatamente queste App, così come evidenziare rispettivi “Pro” e “Contro”.

AnteprimaApp e VotoDettagliPrezzo Base
PowerDirector<br>[9.5 / 10]

PowerDirector
[9.5 / 10]

  • Elevata velocità di conversione dei video in altri formati;
Gratis o a partire da 54,99 €
AdobePrmiereRush<br>[8.9 / 10]

AdobePrmiereRush
[8.9 / 10]

  • Adatta per editare video da postare sui canali social;
Gratis o a partire da 12,19 €
VideoShow<br>[8.7 / 10]

VideoShow
[8.7 / 10]

  • Nessun “watermark” per l’esportazione di video con la versione gratis;
Gratis o a partire da 4,29 €

2.1 PowerDirector

come-aggiungere-musica-di-sottofondo-ad-un-video-powerdirector

Quando si discute in merito a come aggiungere musica di sottofondo ad un video con i device mobili, PowerDirector è, senz’altro, tra i più apprezzati.

Non a caso, è perfetto sia per i professionisti, ma anche per i neofiti, grazie alla sua interfaccia piuttosto semplice ed intuitiva.

Ad ogni modo, si tratta di un’App a pagamento che, però, ha anche la rispettiva versione gratuita.

Questa, però, è decisamente limitata.

Infatti, oltre a durare solo 30 giorni, i video editati riportano il solito “watermark”.

Beh, per uso “domestico” può andare più che bene, anche perché quest’ultimo non è poi così invasivo.

Al contrario, se fossi interessato ad abbonarti, questi qui sotto sono gli attuali pacchetti:

  • PowerDirector 365: 54,99 € all’anno
  • DirectorSuite 365: 99,99 € all’anno
  • PowerDirector Ultimate: 139,99 € per abbonarsi a vita

Inoltre, è compatibile con:

  • Android
  • iOS (sia iPhone che iPad)
Pro
  • Versione gratuita;
  • Grande facilità di utilizzo;
  • Elevata velocità di conversione dei video in altri formati;
  • Interfaccia anche in lingua italiana;
  • Ottimo servizio di assistenza clienti;
Contro
  • Presenza di pubblicità “pop-up” anche a seguito dell’upgrade;
  • Possibilità di “crash” di sistema improvvisi;
  • La “UX” può essere ulteriormente migliorata;

PowerDirector

come-aggiungere-musica-di-sottofondo-ad-un-video-powerdirector

Voto: 9.5 / 10

  • Ottimo servizio di assistenza clienti;
  • Versione gratuita;
  • Grande facilità di utilizzo;

2.2 AdobePrmiereRush

come-aggiungere-musica-di-sottofondo-ad-un-video-AdobePrmiereRush

Continuiamo a parlare di come aggiungere musica di sottofondo ad un video grazie i device mobili con la rassegna di AdobePrmiereRush.

Si tratta di un’altra App con cui puoi fare editing a 360°, facile da usare e persino gratis.

È vero, anche in questo caso c’è la possibilità di abbonarsi.

Tuttavia, la versione gratuita è abbastanza performante, consentendoti di fare parecchio.

Come sempre, devi essere tu a valutare se eseguire l’upgrade, in base a quelle che sono le tue personali esigenze e necessità in fatto di editing.

In tal caso, dovresti spendere 12,19 € al mese.

Al pari del precedente, poi, è compatibile con:

  • Android
  • iOS (sia iPhone che iPad)
Pro
  • Versione gratuita
  • Interfaccia grafica piuttosto semplice ed intuitiva;
  • Estrema facilità di utilizzo;
  • Adatta per editare video da postare sui canali social;
  • Servizio Cloud integrato;
  • Rapporto qualità/prezzo molto interessante (per la versione a pagamento);
Contro
  • Nessun supporto per i fotogrammi a chiave cromatica;
  • Può accadere che l’App vada in “crash” all’improvviso;
  • Alcuni tool sono disponibili a seconda del sistema operativo effettivamente in uso;

AdobePremiereRush

come-aggiungere-musica-di-sottofondo-ad-un-video-AdobePrmiereRush

Voto: 8.9 / 10

  • Servizio Cloud integrato;
  • Versione gratuita;
  • Interfaccia grafica piuttosto semplice ed intuitiva;

3.3 VideoShow

come-aggiungere-musica-di-sottofondo-ad-un-video-videoshow

Chiudiamo anche questa sezione dedicata a come aggiungere musica di sottofondo ad un video grazie ai device mobili vedendo brevemente VideoShow.

Anche questo, al pari degli altri, è caratterizzato da un’estrema facilità di utilizzo, oltre che da un’ottima versatilità.

In altre parole, può essere utilizzato da chiunque, anche di meno esperti.

Come vedi, ci teniamo davvero a proporre delle valide soluzioni che possono essere attuate sin da subito.

Non avrebbe senso parlare di programmi ai limiti dell’incredibile se poi ci vogliono mesi per imparare i soli comandi base.

Detto ciò anche VideoShow è disponibile sia in versione gratis, che a pagamento.

In tal caso, puoi scegliere se pagare 4,29 € al mese, oppure 15,99 € all’anno.

Chiaramente, VideoShow è compatibile con:

  • Android
  • iOS (sia iPhone che iPad)
Pro
  • Versione gratis;
  • Presenta dei tool avanzati con cui eseguire operazioni complesse;
  • Molto facile da utilizzare;
  • Interfaccia semplice ed intuitiva;
  • Nessun “watermark” per l’esportazione di video con la versione gratis;
Contro
  • Le pubblicità presenti nella versione gratis sono piuttosto invasive;
  • Necessità di condividere dati personali per poter usare l’App;
  • Con la versione gratis non puoi esportare video in HD;

VideoShow

come-aggiungere-musica-di-sottofondo-ad-un-video-videoshow

Voto: 8.7 / 10

  • Versione gratis;
  • Interfaccia semplice ed intuitiva;
  • Nessun “watermark” per l’esportazione di video con la versione gratis;

3. Sfrutta i Servizi Web Online

Volendo, nel 2024 ci sono anche i servizi Web Online che puoi prendere in considerazione. I migliori sono proprio questi qui:

  1. YouTube Studio
  2. WeVideo

Che si tratti di programma per PC o App per dispositivo mobile, in entrambi i casi devi installare un software in memoria per aggiungere musica di sottofondo ad un video.

Al contrario, i servizi Web Online ti consentono di fare altrettanto senza, però, la necessità di dover scaricare qualcosa.

In altri termini, sono dei sistemi basati su cloud.

Infatti, è proprio quest’ultimo a fornire la potenza di calcolo necessaria all’esecuzione dei comandi.

Non a caso, è la soluzione preferita proprio da coloro che hanno dei device decisamente poco performanti.

Ovviamente, c’è anche chi le sceglie perché non ha voglia di procedere con l’installazione. Questo, però, è un altro discorso.

Torniamo a noi, quindi ecco le consuete rassegne per ciascun servizio Web Online.

AnteprimaServizio Web e VotoDettagliPrezzo Base
YouTube Studio<br>[8.9 / 10]

YouTube Studio
[8.9 / 10]

  • Perfetto per chi è ancora alle “prime armi”;
Gratis!
WeVideo<br>[8.5 / 10]

WeVideo
[8.5 / 10]

  • Possibilità di esportare i video editati direttamente sui canali social;
Gratis o a partire da 4,99 $

3.1 YouTube Studio

come-aggiungere-musica-di-sottofondo-ad-un-video-youtube

Per quanto riguarda i servizi Web Online per aggiungere musica di sottofondo ad un video, non potevamo non iniziare con YouTube.

Se hai sempre usato questa piattaforma in qualità di utente, probabilmente non sai che i creator dispongono di una sorta di “consolle” chiamata “YouTube Studio.

Grazie a questa è possibile compiere tutta una serie di operazioni utili alla gestione del proprio canale, nonché monitorare il proprio andamento grazie agli “insight”.

Comunque sia, tra i tool messi a disposizione c’è anche “Editor”, grazie a cui, per l’appunto, puoi modificare i video che carichi direttamente online.

All’interno della voce “Editor” troverai, poi, anche “Audio”.

Tutto ciò che devi fare è cliccarci sopra ed aggiungere la traccia che preferisci.

Chiaramente, si tratta di un servizio totalmente gratuito offerto da YouTube e pensato per chi ha poca esperienza.

Di conseguenza, le funzionalità sono piuttosto basilari.

Pro
  • Servizio Web totalmente gratis;
  • Presenza di tool avanzari per l’editing;
  • Facile e comodo da usare;
  • Perfetto per chi è ancora alle “prime armi”;
Contro
  • Salvataggio delle modifiche piuttosto lento;
  • Non adatto a coloro che sono alla ricerca di tool professionali;

YouTube Studio

come-aggiungere-musica-di-sottofondo-ad-un-video-youtube

Voto: 8.9 / 10

  • Facile e comodo da usare;
  • Perfetto per chi è ancora alle “prime armi”;

3.2 WeVideo

come-aggiungere-musica-di-sottofondo-ad-un-video-wevideo

Infine, tra i servizi Web Online grazi a cui puoi aggiungere musica di sottofondo ad un video c’è anche WeVideo (scusa il “gioco di parole”).

Al contrario di YouTube Studio, però, si tratta di un prodotto a pagamento, nonostante sia disponibile anche una versione gratuita.

Infatti, le limitazioni di quest’ultima sono piuttosto forti.

Ad esempio, puoi esportare solo 5 minuti di video in alta definizione al mese.

Molto probabilmente è troppo poco per ciò che devi fare, giusto?

Nonostante ciò, conviene comunque fare un pensierino anche in merito ai piani in abbonamento, visto che ti darebbero accesso ad un servizio niente male.

Insomma, alla fine dei conti è un software di editing professionale al pari di altri, sebbene funzioni per mezzo del cloud.

Se fossi interessato, puoi scegliere tra i seguenti piani di abbonamento:

  • Power: 4,99 $ al mese
  • Unlimited: 7,99 $ al mese
  • Professional: 19,99 $ al mese
  • Business: 36,99 $ al mese
  • Enterprise: da concordare privatamente con lo Staff
Pro
  • Versione gratis;
  • Facile da usare per i neofiti;
  • Supporto per file in HD e UHD;
  • Possibilità di esportare i video editati direttamente sui canali social;
Contro
  • La “UX” può essere ulteriormente migliorata;
  • La versione Desktop non è performante tanto quella per device mobili;
  • La versione gratis presenta diverse limitazioni non trascurabili;

WeVideo

come-aggiungere-musica-di-sottofondo-ad-un-video-wevideo

Voto: 8.5 / 10

  • Possibilità di esportare i video editati direttamente sui canali social;
  • Versione gratis;
  • Facile da usare anche per i neofiti;

4. Rivolgiti ad un Freelancer

Sei sempre di corsa e non riesci a trovare nemmeno un minuto per provare ad editare qualche video? Allora ingaggia un Freelancer tramite questi siti:

  1. UpWork
  2. Fiverr

Eh già, se non sai o non hai possibilità di fare qualcosa, puoi sempre delegarla a qualcun altro, giusto?

Ovviamente, questo vale anche quando parliamo di come aggiungere musica di sottofondo ad un video.

Probabilmente, i 2 siti sopra elencati li avrai già sentiti nominare.

Se così non fosse, sono i 2 marketplace del 2024 più popolari in assoluto in termini di lavori digitali.

Attenzione, non sono 2 semplici siti di annunci online.

Infatti, oltre a mettere in contatto la domanda con l’offerta, gli stessi fungono da intermediario e “garante” nei confronti di chi ingaggia un Freelancer.

In parole povere, una volta effettuato il pagamento, questo viene rilasciato dalla piattaforma solamente quando il cliente sarà soddisfatto del lavoro ottenuto.

Inoltre, essendo delle piattaforme che operano in tutto il mondo, potresti fare “affari d’oro” ingaggiando un Video Editor proveniente da paesi in cui c’è un costo della vita sensibilmente più basso.

AnteprimaMarketplace e VotoDettagliPrezzo Base
UpWork<br>[9.5 / 10]

UpWork
[9.5 / 10]

  • Marketplace molto competitivo
Gratis – Commissione a carico del Freelancer
Fiverr<br>[9.2 / 10]

Fiverr
[9.2 / 10]

  • Freelancer da tutto il mondo
Gratis – Commissione a carico del Freelancer

4.1 UpWork

come-aggiungere-musica-di-sottofondo-ad-un-video-upwork

Se sei alla ricerca di un ottimo Freelancer a cui fargli aggiungere musica di sottofondo ad un video, UpWork è, senz’altro, il sito numero 1.

Opera dal 2015 e, attualmente, è quello che lavora con gli standard qualitativi più alti.

Non solo, è anche piuttosto comodo da utilizzare.

Infatti, sono i Freelancer a proporsi, e non i possibili clienti a doverli cercare.

Per carità, possono anche farlo, ma la soluzione più comoda è proprio quella di postare un annuncio in cui spighi cosa devi fare e quanto sei disposto a pagare.

Dentro UpWork la concorrenza è davvero alta.

Pertanto, vedrai che già dopo pochi minuti arriveranno subito le prime candidature.

Naturalmente, puoi discutere di tutti i dettagli con il Freelancer tramite l’apposita chat interna al sito stesso.

Il costo del servizio viene addebitato proprio a quest’ultimo ed è pari al 10% dell’importo pagato.

4.2 Fiverr

come-aggiungere-musica-di-sottofondo-ad-un-video-fiverr

Senza dubbio, Fiverr è il principale concorrente di UpWork in fatto di Freelencer disponibili ad aggiungere musica di sottofondo ad un video.

È vero, con questa piattaforma sei tu a dover cercare il Freelencer ma, come noterai, è piuttosto semplice.

robabilmente, è il primo marketplace così come li conosciamo oggi, dal momento che esiste dal 2011.

Tra i suoi punti di forza troviamo il largo numero di utenti da tutto il mondo, inclusi quelli che abitano in aree con un basso costo della vita.

Pensa che il nome “Fiverr” deriva da “five”, ossia “5”, proprio perché il costo minimo che puoi pagare per un qualunque servizio “X” è di soli 5 dollari.

Chiaramente, ti viene messa a disposizione la consueta chat con discutere di ogni dettaglio prima, ma anche durante la realizzazione del lavoro.

Infine, anche Fiverr scala il costo del servizio dall’importo pagato a favore del Freelancer.

In questo caso, però, la percentuale è del 20%.

Dove trovare musica senza copyright da aggiungere ai video

Prima di pubblicare i lavori editati, assicurati di non violare alcun Copyright.

Se non sai dove trovare musica libera, i migliori siti del 2024 potrebbero fare al caso tuo:

  1. EnvatoElements
  2. Artlist
  3. HookSounds
  4. BenSound
  5. Lickd
  6. NCS – No Copyright Sounds
  7. YouTube Library

Sai, uno degli errori più frequenti consiste proprio nell’aggiungere musica di sottofondo ad un video senza verificare i Copyright.

Fare ciò ti espone a tutta una serie di rischi legali, nonché alla possibile chiusura definitiva dell’account social in cui vengono postati i video.

Persino YouTube (posizione n° 7) ha deciso di mettere a disposizione dei creator una sezione contenente proprio tracce audio che possono essere utilizzate liberamente e senza spendere.

Gli altri, invece, sono dei portali che offrono diversi servizi nell’ambito del Web Marketing a 360°.

Se vuoi saperne di più, ricorda che c’è la nostra guida sui migliori siti dove trovare musica senza Copyright con tutti gli approfondimenti.

In caso contrario, scegli pure quello che preferisci dalla tabella riepilogativa che vedi qui sotto.

PreviewProdotto/ServizioFeaturesPrezzo
Envato Elments [9/10]<br><br>

Envato Elments [9/10]

  • Unica licenza per scaricare indistintamente musica, immagini e video;
  • Vastissima scelta di elementi da poter scaricare;
  • Nessun limite di download;
Da 14,90 € al mese
Artlist [8.5/10]

Artlist [8.5/10]

  • Una sola licenza puoi scaricare tutta la musica e i video di repertorio;
  • File audio ed effetti sonori di ottima qualità;
  • Uso amatoriale e a scopo commerciale;
Da 9.90 € al mese
HookSounds [8.3/10]

HookSounds [8.3/10]

  • Vasta gamma di tracce audio originali;
  • Immagini utilizzate non sono soggette a nessun tipo di limitazione;
  • Ottimo servizio di assistenza;
Da 14,99 € al mese
Bensound [7.9/10]

Bensound [7.9/10]

  • Tracce e brani musicali che possono essere usati gratuitamente;
  • Possibilità di comprare singole canzoni;
  • Facilità di utilizzo del sito;
Da 9,99 € al mese
Lickd [7.5/10]

Lickd [7.5/10]

  • Grande varietà di scelta e facilità utilizzo;
  • Possibilità di scaricare brani famosi;
  • Interessante rapporto qualità/prezzo;
Da 15 $ al mese
NCS - No Copyright Sounds [7/10]
  • Servizio totalmente gratuito, quindi alla portata di chiunque;
  • Discreta varietà di brani e tracce musicali tra cui scegliere;
  • Possibilità di reperire i brani anche tramite l’omonimo canale YouTube;
Gratis!
YouTube Library [6.5/10]

YouTube Library [6.5/10]

  • Il servizio offerto è totalmente gratuito e accessibile a chiunque;
  • Facile da utilizzare e in grado di farti trovare la musica giusta alla svelta;
  • Tutto ciò che serve per scaricare gli audio è avere un semplice account YouTube;
Gratis!

Come aggiungere musica di sottofondo ad un video: riassunto conclusivo

  1. Aggiungere musica di sottofondo ad un video è, senz’altro, il modo migliore per renderlo più allettante e piacevole da guardare.
  2. Insomma, parliamo di quei “paesaggi sonori” che vengono ascoltati dall’utente in modo assolutamente passivo.
  3. Quindi, come aggiungere musica di sottofondo ad un video? Essenzialmente, ci sono 4 modi per farlo: utilizzando programmi per dispositivi fissi, piuttosto che le App per device mobili, ma anche sfruttare i servizi Web Online o rivolgerti ad un Freelancer.
  4. Per quanto riguarda i migliori programmi per computer, abbiamo: Filmora Wondershare, OpenShot, Avidemux, VideoPad e Lightworks.
  5. Invece, le App più quotate sono: PowerDirector, AdobePrmiereRush e VideoShow.
  6. Nel caso preferissi dei comodi servizi Web, hai a disposizione YouTube Studio, ma anche WeVideo.
  7. Se non hai tempo e/o voglia di editare video, puoi sempre utilizzare UpWork o Fiverr per trovare un Freelancer a cui delegare il lavoro.
  8. Infine, ricorda sempre di verificare la proprietà legale degli audio che utilizzerai. Se vuoi andare sul sicuro, affidati ai migliori siti dove trovare musica senza copyright come: EnvatoElements, Artlist, HookSounds, BenSound, Lickd, NCS – No Copyright Sounds e YouTube Library.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto